Negroni al caffè

Un classico aromatizzato.. oggi parliamo della tecnica di estrazione a freddo sottovuoto, applicata proprio ad un cocktail classico, un aperitivo intramontabile, il Negroni.

Partiamo dalla base, la ricetta (la mia preferita) prevede Gin (London Dry, Tanqueray), bitter Campari, e vermouth Antica Formula, in parti uguali.

La costruzione del cocktail che tradizionalmente avviene in tumbler basso questa volta è molto diversa. Per aromatizzare il cocktail infatti è previsto l’utilizzo di sacchetti alimentari, grazie ai quali il cocktail viene messo sotto vuoto.

In questa fase, è possibile aggiungere aromi di diverso tipo, in questo caso io ho aggiunto dei chicchi di caffè tostati (10-15).

Il tempo di “riposo”, rigorosamente a temperatura ambiente, meglio ancora frigorifero, è di circa 2 giorni.

Il risultato dipende fortemente dalla miscelazione e dalla tipologia di caffè utilizzato. Consiglio qualche “esperimento” per trovare la migliore combinazione, anche sulla base del proprio gusto e di quello dei clienti.

Schermata 2017-07-31 alle 22.46.10.pngSchermata 2017-07-31 alle 22.49.41.png

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...